VIENI AVANTI, CREATIVO.
Essere creativi oggi è la grande illusione di massa. Provate a digitare la parola “creatività” su internet: il risultato? Oltre venti milioni di siti; ricette di cucina, punto croce, bricolage, aerobica per casalinghe, corsi per il fotoritocco. Tutti vogliono essere creativi, è una mania. La frustrazione delle mode e dei tormentoni è amplificata dai social network, ovunque regna il copia-incolla in nome dell’originalità; l’importante è sentirsi creativi, unici. In realtà non c’è un architetto italiano oggi che vada davvero forte a livello mondiale, ci vuole un tronista per far andare una volta l’anno la gente al cinema, le televisioni comprano format di successo stranieri e li inzeppano di supertatuati e veline. I pubblicitari devono premiarsi tra di loro; le agenzie di comunicazione sono stagnanti, recedono, falliscono; le prospettive per i musicisti sono livellate dai Talent Show.
La creatività, quella vera, oggi non paga: è sofferenza, coraggio, generosità; rompe le mode, esce dalle regole, dubita di tutto. La creatività è sovversiva, legata in un abbraccio mortale con il fallimento. Ha i giorni contati: è solo questione di tempo.

 
QUESTO PROGETTO E’ DEDICATO A
Bruno Munari, Silvio Coppola, Bob Noorda, Enzo Mari, Oliviero Toscani, Bruno Ballardini, Giacomo Callo e Marco Baudinelli. Dai loro preziosi insegnamenti, trovano forma i miei pensieri.

 

UN GRAZIE A
Paolo Navalesi, Cristina Rebecchi, Paolo Salvetti, Massimiliano Grasso e Davide Longo.


 
B I O (NON DITE A MIO MADRE CHE FACCIO IL PUBBLICITARIO, LEI MI CREDE PIANISTA IN UN BORDELLO)
Nasco a Carrara (MS) nel luglio del 1964 dove risiedo fino all’età di 25 anni insieme alla mia famiglia. Comincio i miei studi al Liceo artistico per poi proseguirli all’Accademia di Belle Arti di Carrara, dove mi diplomo nel corso di pittura nel 1989. Appassionato di design e comunicazione visiva, frequento i corsi speciali con i docenti Marco Baudinelli, Piero Orsi e Fausta Squatriti, avendo la fortuna di partecipare al corso di Tecniche grafiche beneficiando degli insegnamenti del grande Silvio Coppola. In quegli anni, ho sviluppato un grande interesse per l’arte della tipografia (il moderno lettering), la costruzione dei Marchi, la fotografia; in quegli anni, si realizzava tutto a mano, lavorando principalmente in reprocamera e con i fogli Letraset. Prima di terminare gli studi, comincio la mia prima esperienza lavorativa presso Pubblisistem Signmaker di Carrara, una piccola realtà locale dove ho avuto il mio primo approccio al Personal Computer, un piccolo Mac Classic SE, ai plotter da taglio e al mondo dei vinili e dei supporti plastici. Le principali attività dello studio consistevano nella progettazione e la realizzazione di insegne e targhe per piccole attività locali. Nel 1992, insieme a due amici e compagni di studio, apriamo lo studio Peaktime; realizziamo numerosi marchi per imprese del settore lapideo e commerciali, le prime Brand Image ispirate alla scuola Unimark del grande Noorda, le prime campagne pubblicitarie. Dopo 5 anni di intensa attività nel 1997 entro come collaboratore freelance presso lo studio ADPower di Lucca, nato dalla scissione del famoso ADMarco. Nella breve esperienza la mia attività si concentra principalmente sul disegno di materiale visivo per istituti bancari e compagnie assicurative. Dopo alcuni mesi, con l’aiuto del grande amico e maestro Marco Baudinelli, arrivo in Mondadori sotto la direzione artistica di Giacomo Callo; qui disegno copertine di libri per numerose linee: i Miti Mondadori, i Best Seller, gli Illustrati, la Narrativa Italiana e straniera, tra cui autori quali Emilio Fede, Dino Buzzati, Giorgio Forattini, Antonio Spinosa, Arrigo Petacco, Aldo Busi, Aurelio Galeppini, Scott Turow, Ed Mc Bain e molti altri. Progetto la collana “I gialli illustrati” e collaboro alla collana “I massimi della fantascienza” con l’Art Director Giacomo Spazio. A cavallo tra il 1999 e l’anno 2000 progetto e realizzo insieme al collega Francesco Marangon alcune copertine per la rivista Panorama. Nel 2003 sono chiamato in Deagostini, dove realizzo per la divisione Multimedia numerosi packs per corsi interattivi, collane in CD Rom, cataloghi, vario materiale promozionale e progetti intranet del Gruppo. Collaboro nel frattempo per la casa editrice Piemme libri, Electa e Geo Mondadori, realizzando svariato materiale. Sempre nel 2003, sotto commissione dello studio Bianco&Cucco di Milano, progetto il catalogo Frette collezione per la nota azienda di tessuti.
Dal 2004 al 2005 sono docente della cattedra del corso annuale di Marketing finanziato dalla Comunità Europea a Rocchetta di Vara (Sp). Nel 2004 comincio a collaborare presso la Società Editrice Apuana, dove realizzo volumi per il settore lapideo, marchi e campagne pubblicitarie. Verso la fine del 2004 sono chiamato alla direzione creativa dell’agenzia Unleaded di Massarosa, agenzia dallo spiccato piglio pubblicitario. Il passaggio dall’editoria all’advertising puro, le copy strategy, il marketing “applicato” mi coinvolge molto: qui collaborerò a tempo pieno fino al 2011, pianificando campagne e curando progetti visivi e digitali per marchi come Brico, Nestlé, Olio Sagra, Materis, Baldini vernici, Settef, Delicarta, Mister Color, Pramac, Imer, Mercatone Uno, Sebach etc. Dal 2011 al 2013 collaboro nell’agenzia m2adv di Massa, dove principalmente realizzo immagini per fiere di settore e progetti per allestimenti; da qui i miei primi approcci con i software di disegno tridimensionale e web development. Dall’ottobre del 2014 a oggi sono responsabile Marketing in Lunaecom.